criselios             Claudia Breviglieri Traduzioni Asseverate
Eventi Servizi Staff Portfolio Contatti

Nuovi corsi 2022




CORSO DI DIRITTO SOCIETARIO
> 28-29 GENNAIO 2022
    webinar



in promozione fino al 30 gennaio

CORSO di DIRITTO DEL LAVORO.
MENOMAZIONI CAUSATE DA MALATTIA PROFESSIONALE E TUTELA DEL LAVORATORE: QUESTIONI E SOLUZIONI

> 25-26 FEB / 4-5 MAR
    webinar




N.B.
Dal 01/01/2015 è in vigore il nuovo regolamento CNF per la formazione continua.

L'iscritto deve conseguire almeno n. 15 CF, di cui n.3 nelle materie obbligatorie.

È consentita la compensazione dei CF maturati solo nell’ambito del triennio formativo e nella misura massima di n.5 CF per anno. La compensazione è esclusa per la materia di deontologia ed etica professionale.




Per iscriverti alla mailing list
di Pentesilea clicca qui


CORSO DI DIRITTO SOCIETARIO   "GLI ASSETTI ADEGUATI"
28 - 29 GENNAIO 2022  - webinar
- crediti formativi in corso di accreditamento presso il C.N.F. per la partecipazione all'intero corso
clicca qui per il Programma e informazioni tecniche  
  clicca qui per iscriverti online (codice IBAN all'interno)
Relatori:
Avv. Christian Cavazza,   Dott. Lorenzo Baldacci,   Dott. Giorgio Milillo,   Dott.ssa Manuela Garavaldi

  • L’attuale testo dell’art. 2086 comma 1  c.c.: l’adeguatezza degli assetti
  • Art. 2086 c.c. e imprenditore in forma societaria.     Quali risvolti per l’imprenditore individuale?
  • Cosa si intende per “assetti adeguati”
  • Modifica dell’art. 2381 c.c. con la riforma del 2003. L’inserimento del principio di adeguatezza degli assetti.

  • La normativa del codice della crisi e l’impatto sul diritto societario: la responsabilità degli amministratori e sindaci
  • Gli obblighi ex art. 2086 c.c. e i potenziali responsabili
  • Le norme che riguardano specificamente le modalità di esercizio delle azioni di responsabilità nei confronti di amministratori di s.r.l.
  • La nuova responsabilità di sindaci e revisori
  • L’assetto organizzativo dell’impresa collettiva e il ruolo di sindaci e revisori
  • Rapporto con la normativa in materia di responsabilità ex D.Lgs. 231/ 2001
  • Assetti adeguati e responsabilità 231
  • I modelli

  • Criterio di adeguatezza degli assetti: le indicazioni contenute nelle “ Norme di comportamento del collegio sindacale” – Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti:
    • 1) Assetto organizzativo
    • 2) Assetto amministrativo
    • 3) Assetto contabile
  • L’assetto adeguato e la finalità di rilevazione tempestiva della crisi d’impresa
  • La definizione di “crisi“ - criteri economici/ la perdita di continuità aziendale
  • L’individuazione dello stato di crisi. Gli “indicatori della crisi” e gli indici della crisi. Le tre condizioni di equilibrio aziendale: economica, patrimoniale, finanziaria
  • Il sistema di allerta



- nuovo corso in promozione fino al 30 gennaio 2022
CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DEL LAVORO
MENOMAZIONI CAUSATE DA MALATTIA PROFESSIONALE E TUTELA DEL LAVORATORE: QUESTIONI E SOLUZIONI


25-26 FEBBRAIO  /  4-5 MARZO 2022   -  webinar

- crediti formativi in corso di accreditamento presso il C.N.F.
clicca qui per il Programma e informazioni tecniche  
  clicca qui per iscriverti online (codice IBAN all'interno)
Relatori:
Avv. Andrea Greco, Avv. Serena Gentile

PARTE GENERALE
  • Distinzione tra malattia, malattia professionale e infortunio sul lavoro;
  • Manifestazione della malattia professionale;
  • Non è sufficiente che la malattia professionale sia riconosciuta dall'INAIL per ottenere il risarcimento dal datore;
  • Accertamento della percentuale di infermità derivante da malattia professionale;
  • Grava sul lavoratore la prova della malattia professionale non tabellata e del nesso di causalità tra danno ed attività lavorativa;
  • Il riconoscimento malattia professionale non comporta automaticamente il riconoscimento della responsabilità del datore di lavoro;
  • Malattie professionali: la presenza di fattore di rischio non è di per sè solo sufficiente ad accertare il nesso di causa con la malattia;
  • Rendita da malattia professionale: accertamento del nesso eziologico tra la patologia e la morte del lavoratore;
  • L'assenza per malattia va detratta dal periodo di comporto se viene accertata la responsabilità datoriale per carente sicurezza sui luoghi di lavoro;
  • La responsabilità del datore di lavoro per l'indennità previdenziale in caso di esposizione del lavoratore ad amianto soggiace al principio di equivalenza di matrice penale;
  • In caso di malattia professionale ad eziologia multifattoriale può sussistere la responsabilità del datore per colpa correlata all'ambiente lavorativo;
  • Inizio della decorrenza della prescrizione del diritto alla rendita per malattia professionale;
  • Non è tempestiva la domanda amministrativa di rendita rivolta all'Inail per lavoratore deceduto per malattia professionale trentacinque anni prima;
  • Azione per l'indennizzo da infortunio e malattia professionale, la prescrizione resta sospesa per tutta la durata della liquidazione amministrativa della prestazione e fino all'adozione di un provvedimento di accoglimento o di diniego;
  • Indennizzo per malattia professionale: condizioni e calcolo;
  • La c.d. franchigia: nessun indennizzo è previsto per danni di gravità inferiore al 6%;
  • Le prestazioni e il danno differenziale.

PARTE SPECIALE
DALL’ITER AMMINISTRATIVO AL CONTENZIOSO GIUDIZIALE

  • Materiali e modulistica: dall’invio del certificato medico, passando dalla visita collegiale, fino ad arrivare alla sentenza che definisce il giudizio contenzioso.

CASI PRATICI

  • Lavoro marittimo, malattia professionale e termine breve di prescrizione del diritto al risarcimento;
  • Esclusa la malattia professionale per il muratore affetto da discopatie lombari se non prova di aver svolto un'attività nociva consistente nella movimentazione manuale di carichi senza ausili efficaci;
  • Neoplasia a genesi multifattoriale contratta dal lavoratore e prova del nesso causale;
  • Ergonomia della postazione e aria condizionata non sono sufficienti per catalogare i problemi di salute come malattia professionale;
  • Malattia professionale e neurinoma acustico;
  • Il decesso per malattia professionale può essere dichiarato nonostante la presenza di una concausa quale il tabagismo.

PARTE DI DIRITTO PENALE

  • Lineamenti del reato colposo in ambito lavoristico. Dinamiche del nesso eziologico e indagine sulla causalità della colpa.
  • Infortuni sul lavoro: i confini della rilevanza della condotta della persona offesa.Differenza sulle conseguenze giuridiche in ambito penale e civile del concorso del danneggiato nella causazione dell’evento infausto.
  • Il percorso giurisprudenziale sulle modalità di accertamento della causalità. Le difficoltà ricostruttive in caso di malattie asbesto-correlate.
  • Sentenza Thyssenkrupp : gli elementi discretivi tra dolo eventuale e colpa cosciente.
  • Il carattere ubiquitario del virus Covid-19 e la responsabilità del datore di lavoro per contagio in ambito lavoristico.
    Rassegna giurisprudenziale rilevante in materia.






ULTIMI EVENTI CONCLUSI



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA XII EDIZIONE IN 3 MODULI WEBINAR
15-16 OTTOBRE 2021    -    12-13 NOVEMBRE    -    17-18 DICEMBRE




L’AMMINISTRAZIONE DEI BENI EREDITARI:
IL CHIAMATO ALL’EREDITÀ,IL CURATORE DELL’EREDITÀ GIACENTE, L’ESECUTORE TESTAMENTARIO.
Tre figure a confronto

2 LUGLIO 2021 ( RIMINI )




LA RESPONSABILITA' MEDICA dall'introduzione della Legge Gelli all'emergenza COVID-19.
Per un Compendio Operativo.

4-5 GIUGNO / 11-12 GIUGNO 2021 ( MONTEGROTTO TERME - PADOVA )




CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA - LE SUCCESSIONI
Le donazioni. L'impugnazione del testamento. Il patto di famiglia.

9 - 10 APRILE 2021 ( CORSO WEBINAR )



COVID-19 e conseguenze nell'impresa e nel diritto del lavoro
29 - 30 GENNAIO /   5 - 12 - 19 FEBBRAIO 2021 ( CORSO WEBINAR )



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA - LA FILIAZIONE
17-18-19 Dicembre 2020 ( CORSO WEBINAR )



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA - LE SUCCESSIONI-
13-14 Novembre 2020 ( CORSO WEBINAR )



LIQUIDAZIONE DEL DANNO NON PATRIMONIALE -
Personalizzazione e nuove sentenze di S.Martino
31 Gennaio - 1 Febbraio 2020  ( PADOVA )



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA
18-19 Ottobre e 22-23 Novembre 2019 (Montegrotto Terme -PD)



CORSO INTENSIVO GENERAL DATA PROTECTION REGULATION - G.D.P.R. -
29-30 Novembre 2019 (Rimini)



TECNICHE REDAZIONALI DEI PIU’ IMPORTANTI CONTRATTI DI DIRITTO COMUNE   - EDIZIONE VI -
15-16 Novembre 2019 (RIMINI)



LEGITTIMA DIFESA: Per un'analisi teorico-pratica della recente riforma
28 Giugno 2019 (MACERATA)



CORSO BREVE DI DIRITTO DI FAMIGLIA
14-15 Giugno 2019 (RIMINI)



CORSO INTENSIVO IN TECNICHE REDAZIONALI DELLE CLAUSOLE DEI PIU’ IMPORTANTI CONTRATTI DI DIRITTO COMUNE
24|25 Maggio 2019 (Padova)



Corso TRUST: L’utilizzo per la tutela della famiglia e per la tutela della società.
Profili sostanziali e processuali
 8 Marzo| 5 Aprile | 3 Maggio | 31 Maggio 2019 (RIMINI)



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DI FAMIGLIA
22-23 Marzo| 5-6 Aprile 2019 (Montegrotto T. -PD)



CORSO INTENSIVO DI DIRITTO DEL LAVORO
8|9 Febbraio 2019 (Padova)




...clicca qui per visualizzare altri eventi conclusi...

Rubrica



Nota a sentenza

Clausole vessatorie in atto pubblico: serve approvazione?


« Le clausole inserite in un contratto stipulato per atto pubblico, ancorché si conformino alle condizioni poste da uno dei contraenti, non possono considerarsi come "predisposte" dal contraente medesimo ai sensi dell'art. 1341 c.c. e, pertanto, pur se vessatorie, non necessitano di specifica approvazione.
(Rigetta, CORTE D'APPELLO ROMA, 24/05/2012)
»

SCARICA QUI IL PDF



Finalmente il CNF fa chiarezza sulla
Deducibilità delle spese di formazione professionale


« Nella Gazzetta Ufficiale n.135 del 13 Giugno 2017 sono state introdotte alcune importanti novità sul piano fiscale. Infatti nell'art.9 della legge del 22 Maggio n.81 che ha in parte riformulato l'art.54 del Testo Unico Imposte sui Redditi rendendo integralmente deducibili le spese per
"l'iscrizione a Master e a corsi di formazione e aggiornamento professionale comprese quelle di viaggio e soggiorno" entro un massimo deducibile annualmente di 10.000,00 euro
»

SCARICA QUI IL PDF


SCUDO FISCALE E DICHIARAZIONE: AUTODENUNCIA DI RESIDENZA FITTIZIA?

di Florinda Beatrice

Cass. civ. V sezione n.19484 del 30/09/2016

“Lo scudo fiscale non assurge a prova della natura fittizia del trasferimento di residenza"

La vicenda trae origine da un avviso di accertamento notificato a un pilota di motociclismo nell’anno 2010, anno di imposta 2003, relativamente a un recupero a tassazione dei redditi IRPEF, IRAP, IVA, imposta sostitutiva, addizionali regionale e comunale, sanzioni e interessi... [clicca qui per continuare a leggere l'articolo]



PROSTITUZIONE -
PROVENTI TASSABILI DA ATTIVITA’ ECONOMICA
di Florinda Beatrice

Cass. civ. sez. 5, 27/07/2016, n. 15596

“Qualora, a seguito di accertamento sui redditi, risulti che la contribuente abbia fornito false dichiarazioni in ordine all’attività effettivamente svolta e si accerti, invece, che i guadagni costituiscono proventi dell’attività di prostituzione, tali redditi vanno considerati come guadagni derivanti da un’attività economica come tutte le altre e, in quanto tali, tassati." clicca qui per continuare a leggere l'articolo]


CONTRATTO DI LAVORO:
IL PATTO DI PROVA VA ACCETTATO PER ISCRITTO

di Andrea Greco

Cass. civ. Sez. Lav., 03/08/2016, n. 16214

“Il licenziamento intimato a motivo del mancato superamento della prova quando non sussista un valido patto scritto in tal senso, è viziato sotto il profilo dell’idoneità causale addotta a giustificazione del recesso datoriale" [clicca qui per continuare a leggere l'articolo]





CAPITALI ILLEGITAMENTE DETENUTI ALL'ESTERO: NON SUSSISTE RICICLAGGIO SENZA LA PROVA DEL DELITTO PRESUPPOSTO

Cass. pen. Sez. II, Sentenza 7/04/2016, n. 13901
di Serena Gentile

In ipotesi di rinvenimento di capitali illecitamente detenuti all’estero il reato di riciclaggio può ritenersi configurabile solo qualora l’accusa riesca a dimostrare, al di là di ogni ragionevole dubbio, la realizzazione di un precedente delitto. La prova... [clicca qui per continuare a leggere l'articolo]





CONTRATTO PRELIMINARE AD EFFETTI ANTICIPATI ED ACQUISTO AD USUCAPIONEM

di Andrea Greco

Cass. civ. Sez. II, 16/03/2016, n. 5211

“Nella promessa di vendita, quando viene convenuta la consegna del bene prima della stipula del contratto definitivo, non si realizza un'anticipazione degli effetti traslativi, [clicca qui per continuare a leggere l'articolo]


CENTRO STUDI PENTESILEA
Via Giordano Bruno,15 - 47838 Riccione
p.iva/c.f.: 04041810401
Webmaster: Siroscape  -   Privacy

Per iscriverti alla mailing list di Pentesilea clicca qui
Per offrirti un'esperienza di navigazione ottimizzata e in linea con le tue preferenze, Pentesilea utilizza cookies, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy
X